Salta gli elementi di navigazione

Scuola

Presentazione

Cari Studenti e Care Studentesse,

tanti sono stati i cambiamenti che le strutture di base del nostro Ateneo hanno vissuto in questi ultimi anni a seguito della riforma legislativa in materia di organizzazione delle università.

La Facoltà ha lasciato il posto alla Scuola, che è divenuta l’organo di coordinamento delle attività didattiche svolte nei Corsi di studio ed è, oggi, competente per tutti i servizi rivolti agli studenti. 

Le Scuole sono, in qualche modo, le eredi delle Facoltà e della loro consolidata tradizione di offerta formativa, ed in particolare la Scuola di Scienze politiche è erede di una tradizione davvero illustre.

La «Cesare Alfieri», fondata nel 1875 col nome «Scuola di Scienze Sociali», è la più antica Scuola di Scienze Politiche e Sociali d’Italia; divenne quindi Istituto nel 1888. Le fu poi imposta con decreto del luglio del 1938 la confluenza nell’Università di Firenze e trasformata in Facoltà di Scienze politiche, ma le fu consentito di mantenere il nome Cesare Alfieri. Ed oggi la «Cesare Alfieri» torna a chiamarsi Scuola.

Fin dalla sua istituzione ha dato un contributo di grande rilievo alla formazione delle classi dirigenti del Paese, in tanti e diversi campi: dal servizio diplomatico e dalle organizzazioni internazionali alla carriera politica, dalla pubblica amministrazione al giornalismo, al mondo delle imprese e delle attività economiche. Ai nomi illustri di Carlo Rosselli, Sandro Pertini, Indro Montanelli, Giovanni Sartori, Luciano Lama, se ne aggiungono tanti altri, e ancora oggi i laureati della Cesare Alfieri svolgono lavori e occupano ruoli importanti per la vita sociale, economica, politica e culturale del nostro Paese; così come numerosi sono coloro che lavorano all’estero.

In 140 anni di attività, la «Cesare Alfieri» si è conquistata un posto di rilievo per la qualità dell’insegnamento universitario e la preparazione dei suoi studenti. La pluralità degli approcci disciplinari e l’attenzione dedicata agli studi comparativi caratterizzano tutti i corsi di studio, che offrono la possibilità di misurarsi con diversi approcci teorici e metodologici. Caratteristica, direi quasi, genetica della Cesare Alfieri è la pluralità disciplinare e l’uguale dignità delle cinque grandi aree disciplinari che la compongono: economica, giuridica, politologica, sociologica e storica, oltre ovviamente alle lingue. E fin dalla sua fondazione il contenuto della preparazione fu imperniato su un approccio interdisciplinare alla conoscenza.

I nostri laureati si caratterizzano per una ben equilibrata formazione multidisciplinare ed acquisiscono un profilo professionale dotato di quella versatilità oggi sempre più apprezzata nel mondo del lavoro: hanno infatti le competenze per inserirsi in contesti lavorativi diversi tra loro e comprenderne tutte le specificità.

Ne sono prova i dati sugli sbocchi occupazionali: tra i laureati della Scuola gli occupati ad un anno dalla laurea continuano a crescere raggiungendo percentuali superiori a quelle registrate per il settore politico-sociale a livello nazionale (64% contro 48,2%) oltre che al dato medio di Ateneo (+14,4%), ed al contempo, si rafforza, passando dal 45,5 al 54,9 la quota di chi ha un contratto stabile. Si colloca, poi, molto al disopra dei due parametri di riferimento (disciplinare e di Ateneo) anche la valutazione circa la congruenza tra titolo di studio e lavoro. 

Grande attenzione è posta alle relazioni internazionali, non solo per quel che riguarda la ricerca, ma anche la didattica. Sono attivi più di 40 accordi di collaborazione con Università di tutto il mondo: Australia, Bosnia, Brasile, Bulgaria, Cina, Colombia, Corea del Sud, Francia, Giappone, India, Kosovo, Macedonia, Messico, Polonia, Romania, Russia, Spagna, Stati Uniti, Venezuela. La Scuola ha più di 200 accordi con Università europee per la mobilità studentesca Erasmus durante gli studi universitari. Tra gli accordi internazionali che consentono agli studenti di frequentare periodi di studio all’estero ottenendo il riconoscimento degli esami sostenuti, vorrei segnalare gli accordi con la Normal University di Shanghai che prevedono un programma speciale di studio e di stage della durata di un anno e gli accordi con l’Università di Mosca MGIMO che prevedono l'acquisizione di un doppio titolo. Ma l’internazionalizzazione si misura anche sul piano della formazione: per questo stiamo incrementando gli insegnamenti – soprattutto nel biennio magistrale – impartiti in lingua inglese. In particolare nel corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali e studi europei gli studenti hanno la possibilità di scegliere un percorso interamente in lingua inglese.

 
I Corsi di Laurea triennale offerti dalla Scuola sono:

- Scienze politiche (Classe L-36, Scienze della politica e delle relazioni internazionali). Il I anno e larga parte del II anno di corso sono comuni e prevedono 11 insegnamenti fondamentali in diversi ambiti disciplinari, per complessivi 99 crediti: 2 ciascuno rispettivamente nell’area economica, giuridica, politologica, sociale e storica, oltre a 1 insegnamento di Lingua inglese. Già dal II anno e per tutto il III anno di corso gli insegnamenti sono caratterizzati per curriculum, organizzando attorno ad ambiti tematici diversi una formazione interdisciplinare, per complessivi 42 crediti. Altri 18 crediti, a scelta libera, consentono di personalizzare il curriculum.

I curricoli offerti sono:

  - Studi in comunicazione 

  - Studi internazionali

  - Studi politici

  - Studi sociali

Tutti i curricoli prevedono un tirocinio (6 crediti) in sedi in cui si possano mettere alla prova le conoscenze e competenze acquisite, e l’approfondimento delle competenze linguistiche (9 crediti), oltre alla predisposizione di un elaborato finale (6 crediti).

- Servizio sociale (Classe L-39). Il corso prevede al I anno 6 insegnamenti in diversi ambiti disciplinari, e un primo insegnamento professionalizzante, oltre ad attività di laboratorio. Nel II anno prevede 8 insegnamenti professionalizzanti e un primo tirocinio in cui si possono mettere alla prova le conoscenze e competenze acquisite. Il III anno prevede 3 insegnamenti professionalizzanti e 2 esami a scelta libera, oltre a un secondo tirocinio e attività di laboratorio.

 I Corsi di Laurea magistrale offerti dalla Scuola sono:

  - Disegno e gestione degli interventi sociali (Classe LM-87, Servizio sociale e politiche sociali)

  - Relazioni internazionali e studi europei (Interclasse, appartenente alle Classi LM-52, Relazioni internazionali, e LM-90, Studi europei) – frequentabile anche interamente in lingua inglese

  - Scienze della politica e dei processi decisionali (Classe LM-62, Scienze della politica)

  - Sociologia e ricerca sociale (Classe LM-88, Sociologia e ricerca sociale), con due curricoli: Analisi e politiche dello sviluppo locale e regionale; Società contemporanea, mutamento e globalizzazione

  - Strategie della comunicazione pubblica e politica (Classe LM-59, Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità).

Mi auguro che chi sceglie di iscriversi alla “Cesare Alfieri”, come anche chi già vi studia, possa sfruttarne appieno tutti i pregi. Personalmente, e insieme ai colleghi docenti e al personale dell’Ufficio di Presidenza, sono a disposizione per ogni chiarimento e informazione, ma anche per raccogliere pareri e consigli che possano aiutare a migliorare la Scuola e a fare in modo che l’esperienza universitaria e il futuro professionale di tutti i nostri studenti siano il più soddisfacenti possibile.

 
 

                                                                                     

 
 

 
ultimo aggiornamento: 29-Nov-2016
Unifi Home Page

Inizio pagina